Progetto Nuoto Baby. L’acqua come strumento per elaborare emozioni e sensazioni

Il baby-nuoto è un’attività che utilizza l’acqua come strumento per stimolare sensazioni ed emozioni nuove e positive nella diade genitore-bambino, per costruire nel neonato l’acquisizione di nuovi schemi motori, per offrire la possibilità di confronto e conoscenza tra i genitori in un clima sereno e cooperativo e, non ultimo, per consolidare una sana ed intima relazione tra genitore e figlio.

La finalità è la promozione dell’acquaticità nel piccolo in crescita. Non tanto intesa in termini di saper nuotare, quanto di promuovere un insieme di capacità motorie, sensoriali e psicologiche, che gli consentano di muoversi in acqua in tutte le direzioni, a tutti i livelli e con tutto il corpo. Tutto ciò per porre le basi verso uno sviluppo armonico e sano del bambino.

L’acquaticità neonatale si traduce in

  • Ritrovare il piacere e la sicurezza di essere immersi in un ambiente prenatale noto in compagnia del genitore
  • Stare a proprio agio nell’acqua
  • Scoprire il proprio corpo e nuovi schemi motori che pongono le basi per il raggiungimento dell’autonomia e di una sana interdipendenza con il genitore.

Le dimensioni coinvolte nello sviluppo di una buona acquaticità sono

  • Fisico-sensoriale, il bambino è stimolato ad ambientarsi a nuovi suoni, colori, odori, variazioni di temperatura e pressione
  • Psicologico, il bambino è stimolato alla gestione di un adeguato livello di attivazione nel lavoro costante di sintonizzazione emotiva con il genitore e in relazione ad altri coetanei in un clima sicuro, sereno e ludico
  • Motorio, il bambino è stimolato a ristrutturare i sistemi di riferimento e formare dei nuovi schemi motori e senso-percettivi acquatici

L’attività di nuoto in acqua per il neonato e il genitore si traduce in un’esperienza di forte crescita e condivisione, in uno spazio sereno e sicuro, caratterizzato da apprendimenti, scoperte e rispetto dei tempi altrui. Attraverso l’esperienza del baby-nuoto si pongono le basi per un sano sviluppo bio-psico-sociale del bambino, per valorizzare, sostenere e incrementare le competenze genitoriali in un ambiente nuovo e per offrire una nuova cornice intima e piacevole in cui esprimere la straordinaria danza diadica.