Progetto OIA – Over in Action. Benessere senza età, progetto a favore degli anziani

OVER IN ACTION è un progetto di promozione dell’attività fisica in terza età. Il progetto si presenta come un percorso di promozione del nuoto come attività sportiva per una fascia di di età (over 60) che intende essere protagonista del suo benessere psico-fisico attraverso lo sport. Il progetto ha visto anche la realizzazione e distribuzione di un opuscolo realizzato da medici (geriatri, diabetologi, cardiopatici, ortopedici) e psicologi.

La terza età si caratterizza per cambiamenti significativi a volte negativi e radicali come modifiche a livello fisiologico e cognitivo, la perdita dell’autonomia, la morte di amici; ma è anche vero però che con il passar degli anni si acquisiscono una maggior saggezza, comprensione e rispetto per il prossimo, che giocano un ruolo primario nel concorrere alla soluzione dei molti problemi della vita quotidiana.

La solitudine e il senso di impotenza di fronte all'età che avanza sono due fenomeni che spesso danno grossi problemi alle persone anziane. Ciò dunque pone in evidenza il problema e la necessità di fornire un maggior supporto a queste persone, in modo da poterle aiutare nel momento di transizione che stanno vivendo.
In linea generale abbattere i radicati stereotipi, migliorare l’autostima e l’empowerment, creare un supporto sociale, sentirsi ancora “protagonisti attivi” della propria esistenza sono caratteristiche fondamentali per poter credere in sé stessi e poter percepire, così, un maggior livello di benessere fisico e psicologico.
Lo sport è socializzazione, aumento della fiducia in sé stessi, divertimento, salute; perciò con sempre maggiore significatività un’attività motoria e un’alimentazione equilibrata vengono comunemente associate a una forma di tutela della salute e a effetti benefici. A maggior ragione perché le terapie farmacologiche spesso permettono di prolungare la durata della vita, ma non sempre di migliorarne la qualità

La corretta attività fisica conferisce energia e mette di buon umore. In uno studio longitudinale svolto nel corso di numerosi decenni, si è individuato un collegamento tra il livello di attività ed il rischio di incorrere in una depressione. Le persone che svolgevano livelli di attività fisica intensi riducevano di circa il 30% il loro rischio di depressione e coloro che la svolgevano ad un livello medio-alto riducevano del 20% rispetto a coloro con un basso livello di attività.

I benefici dell’attività fisica regolare possono essere distinti in:

Fisiologici immediati

  • Controllo ormonale e metabolico (glicemia, catecolamine, ...)
  • Miglioramento qualitativo e quantitativo del sonno

Fisiologici a lungo termine

  • Resistenza aerobica
  • Funzione muscolare
  • Flessibilità
  • Equilibrio/coordinazione
  • Velocità di movimento

Psicologici immediati

  • Rilassamento
  • Riduzione dello stress e dell'ansia
  • Aumento del tono dell'umore

Psicologici a lungo termine

  • Benessere generale
  • Migliore salute mentale
  • Incrementi cognitivi
  • Controllo e prestazioni motorie
  • Acquisizione abilità motorie

Sociali immediati

  • Rafforzamento degli individui anziani
  • Aumentata integrazione sociale

Sociali a lungo termine

  • Aumentata integrazione
  • Formazione di nuove amicizie
  • Ampliamento dei rapporti sociali
  • Mantenimento dei rapporti sociali
  • Mantenimento del ruolo ed acquisizione di nuovi ruoli
  • Ampliamento delle attività intergenerazionali

Per la società

  • Ridotti costi di assistenza sociale e sanitaria
  • Aumento della produttività degli anziani
  • Promozione di una immagine positiva ed attiva dell'anziano